Sala di lettura “Chiesa della Rosa” passata a software libero

Siamo orgogliosi di presentarvi la prima sala di lettura pubblica migrata a software libero ! La “Chiesa della Rosa”, attualmente parte della Biblioteca di Scienze, in questi giorni è stata aperta al pubblico anche nelle ore notturne, nell’ambito di un progetto congiunto tra Università, Comune e Regione. All’interno della sala sono a disposizione degli utenti 5 PC connessi in rete: fino a venerdì scorso tali macchine, con Windows XP, erano completamente “infestate” da virus e malware di ogni genere, tanto da costringere gli operatori ad appendere un cartello di avvertimento.

Il gruppo GNUnisi, in collaborazione con lo Slug, ha accettato la sfida e nella giornata di Lunedì 8 Marzo, Roberto Bartali, Michele Pinassi e Silvio Pucci hanno migrato le postazioni a Ubuntu Linux, usando la distribuzione realizzata in proprio che potete scaricare da questo sito.
La navigazione è controllata da un server proxy realizzato usando Debian Lenny, che gestisce l’autenticazione degli utenti tramite la password unica, indirizzando i non autenticati nei percorsi a loro consentiti.
Il risultato sono delle nuove fantastiche postazioni di consultazione e navigazione in rete, dotate di browser Firefox, OpenOffice e quant’altro necessario ad una navigazione sicura, veloce e confortevole. Tutte le macchine inoltre sono state configurate in modo da permettere un facile accesso a tutte le risorse bibliografiche on-line.
Tutto questo, è bene ribadirlo, è stato realizzato a costo zero, utilizzando il parco macchine esistente e utilizzando un PC datato come server proxy.

Bye bye virus !

Schermata di benvenuto