La Certosa di Pontignano è passata a GNUnisi

2013839710050110328qrbQsE_fs

Il referente per la Certosa di Pontignano Antonio Giudilli ci informa che ha terminato la migrazione di tutta la struttura, fatta eccezione per nove macchine amministrative che hanno la necessità di far girare programmi su server Windows e che comunque hanno le licenze del S.O. pagate (incluso il server). Per queste ultime comunque è stato rimosso Office per sostituirlo con Openoffice.

Si tenga presente che le macchine solo nell’aula informatica sono 20, più diversi internet point e che tale migrazione permette di dare visibilità al progetto dal momento che alla Certosa l’utenza è in continuo divenire e proviene da tutto il mondo.